lunedì 12 marzo 2012

Decreto liberalizzazioni: mutuo più facile


Il decreto liberalizzazioni ha passato lo scoglio del Senato e ora si appresta all’impegno della Camera. Rilevanti le novità che il decreto imporrebbe in materia di mutui se dovesse passare senza ulteriori emendamenti.

Le novità fondamentalmente riguardano il momento della contrattazione tra Banca e cliente, che incidono sulle modalità di concessione del mutuo.

In particolare alle banche non sarà più consentito di porre all’erogazione di un mutuo la condizione della stipula di un’assicurazione con un gruppo assicurativo in qualche modo legato alla stessa banca. Se la banca vorrà in qualche modo assicurare il suo credito dovrà presentare al cliente almeno altri due preventivi di assicurazione, prodotti da gruppi non controllati dallo stesso istituto.

Una norma di portata non eccezionale perché non risulta fosse molto in voga la pratica di pretendere dal cliente una certa assicurazione.

Assolutamente rilevante invece la novità riportata dal comma 3 dell’articolo 28 del decreto che vieta alle banche di porre, per l’erogazione del mutuo, la condizione dell’apertura di un conto corrente presso lo stessa società, sia esso banca, istituto o intermediario.

Si pone così fine a una pratica, questa si, particolarmente comune, causa di un irrigidimento del mercato e di una stretta alla concorrenza.

Infatti la circostanza che un consumatore dovesse aprire un nuovo conto corrente per farsi erogare un mutuo era in qualche modo un deterrente alla ricerca dell’offerta più conveniente sul mercato.


Questo provvedimento dovrebbe portare un considerevole risparmio nelle tasche dei cittadini, tuttavia potrebbe andare meglio se venisse confermato l’articolo che rende nulle tutte quelle clausole che dispongono commissioni in favore degli istituti che concedono un credito. Va detto che le banche stanno osteggiando quest’ultima norma in maniera compatta, addirittura il presidente dell’ABI e il suo comitato avevano minacciato dimissioni in blocco, e le possibilità che la Camera faccia calare la ghigliottina su questa disposizione sono molto alte.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un tuo commento liberamente. Ricordati che non accettiamo commenti anonimi. E' importante esprimere la propria opinione senza offese. Ricorda anche questo!