venerdì 16 marzo 2012

Mutui: La Regione Lombardia tende la mano alle famiglie con difficoltà economiche


In un contesto finanziario difficile e in via di evoluzione come quello attuale (anche alla stregua delle ultime disposizioni in tema di liberalizzazioni), in un momento in cui (nonostante l'indice Euribor registri continue riduzioni di punti percentuale) i tassi d'interesse spiccano il volo a causa della costante ascesa dello spread imposto dalle Banche,  l'iniziativa portata avanti dalla Regione Lombardia appare come la classica "manna dal cielo" per tutte quelle famiglie del Nord che, versando in condizioni economiche disagiate, non riescono ad onorare le rate di mutuo in scadenza. In realtà, più che un'iniziativa è un vero e proprio "piano di soccorso" volto a sostenere i nuclei famigliari meno abbienti con interventi mirati e specifici. 

Analizziamo meglio questa iniziativa  con cui la Giunta Regionale, unitamente ad alcuni Enti Creditizi che hanno già sposato il progetto, intende "fare muro" intorno ai cittadini contrastando i disastrosi effetti della crisi economica che attualmente attanaglia il nostro Paese. Tra i piani che sono attualmente in fase di sviluppo e che sono stati presentati la settimana scorsa dal Presidente Formigoni e dall’Assessore alla Casa Zambetti, ne citiamo due che sono davvero interessanti.



Le famiglie che navigano in cattive acque e riscontrano gravi difficoltà a far fronte al debito contratto con la Banca, potranno optare per due soluzioni entrambe valide:

- potranno trasformarlo in un affitto calmierato per 4 anni rinnovabile per altri 4 e successivamente tornare a corrispondere le rate di mutuo residue.

- potranno usufruire del "Patto Salva Mutui", progetto che (come spiegato dal Presidente Formigoni) la Giunta Regionale sta portando avanti  in accordo con alcune Banche aderenti  e che consentirà ai nuclei famigliari più disagiati di sospendere il mutuo per un periodo di 4 o 8 anni, risanare la propria situazione economica e successivamente ripristinare il piano d’ammortamento originario. Gli Istituti di Credito che hanno già aderito all'iniziativa sono la Banca Unicredit e l'Intesa S. Paolo, ma stanno per essere contattati anche altre banche.

Tali iniziative sono ancora in via di sviluppo, pertanto vi invitiamo  a seguirci per conoscere le future evoluzioni di questo lodevole progetto.  

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un tuo commento liberamente. Ricordati che non accettiamo commenti anonimi. E' importante esprimere la propria opinione senza offese. Ricorda anche questo!