giovedì 31 maggio 2012

CARISPEZIA: INTERESSANTE FORMULA A TASSO MISTO

Oggi analizziamo un prodotto particolare: il “Gran Mutuo Cambio Scelta” ideato da Carispezia che rientra nella famiglia dei mutui a tasso misto in quanto è possibile alternare periodi il cui il mutuo è a tasso variabile con periodi in cui si passa al fisso.


Carispezia fornisce questo mutuo nel caso di acquisto di immobile, sia esso prima o seconda casa, per una durata minima di dieci anni e al massimo per trent’anni.


Come molte altre banche il mutuo copre soltanto fino all’80% del valore stimato della casa, ma a prima vista è favorevole il TAEG messo a disposizione del cliente.  Infatti un mutuo decennale con il finanziamento di 100mila euro comporta un TAEG del 4,856% considerato l’attuale valore del tasso di riferimento.
Tasso di riferimento che per i periodi a tasso variabile è costituito da Euribor a 3 mesi mentre nei periodi in cui si sceglie un tasso fisso il riferimento diventa I.R.S.  a due anni.


carispezia-mutui


È possibile esercitare la scelta del regime fisso o variabile ogni due anni e se si vuole cambiare tipo di tasso occorre comunicarlo dieci giorni prima che scada il periodo biennale. Nei 24 mesi in cui si opta per il variabile lo spread richiesto dalla banca è di 3,60 per i mutui fino a venti anni mentre quando il mutuo è più lungo lo spread arriva fino a 4,10. La banca stimola il consumatore a sottoscrivere coperture assicurative contro il rischio di perdita del lavoro morte o malattia offrendo in cambio sconti sullo spread che in tal caso possono scendere fino alle quote rispettivamente di 3,10 e 3,60.


L’istruttoria costa l’uno per cento dell’importo erogato e, per fare un esempio, un finanziamento di 100 mila euro da rimborsare in dieci anni si rimborsa a rate di 1030 euro circa.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un tuo commento liberamente. Ricordati che non accettiamo commenti anonimi. E' importante esprimere la propria opinione senza offese. Ricorda anche questo!