lunedì 4 giugno 2012

MUTUI: QUALI EVENTUALI CONSEGUENZE PER USCITA DALL'EURO?

In tempi come questi di tempesta finanziaria e speculazione a danno dei paesi dell’area mediterranea dell’euro vale la pena chiedersi cosa succederebbe a prestiti e mutui in un paese che dovesse prendere la decisione di tornare alla moneta nazionale.

Un ragionamento solo ipotetico visto che un paese per uscire dall’Europa dovrebbe trovare un accordo con i suoi ex partner il cui contenuto può solo essere ipotizzato.

Uno scenario potrebbe essere la riconversione dei contratti denominati in euro a contratti in moneta nazionale ma è evidente che la moneta nazionale non potrebbe avere lo stesso valore di quando entrò in Europa ma un valore parecchio svalutato.

mutui-uscita-euro

Un mutuo a tasso fisso comporterebbe sul debitore una crescita della pressione dovuta al calo del potere di acquisto dello stipendio riconvertito in moneta nazionale in uno scenario di forte inflazione. Per coloro che hanno sottoscritto un mutuo variabile la situazione potrebbe essere ulteriormente condizionata dall’abbandono del tasso di riferimento Euribor per un tasso nazionale che nel caso ad esempio della Grecia autorevoli opinionisti collocherebbero addirittura tra 4 e 15% con il conseguente possibile raddoppio della rata del mutuo variabile. Scenari che possono valere come spunto di ragionamento ma che ovviamente non si proporrebbero con la stessa intensità in Italia.

Quello che preoccupa invece è che avvenimenti di questo tipo se dovessero accadere anche nella sola Grecia metterebbero in serio pericolo tutto il sistema dell’Euro con le banche elleniche che dopo avere assunto impegni in euro sulla scena internazionale si troverebbero ad operare in valuta nazionale in patria con l’ovvia conseguenza di non potere più onorare gli impegni nei confronti delle altre banche europee che a loro volta verrebbero coinvolte un processo distruttivo e a catena.

Nel caso di scuola infine che i mutui rimanessero in euro i problemi verrebbero a gravare tutti sui consumatori costretti a pagare in euro i mutui mentre percepiscono stipendi in una valuta nazionale in continua svalutazione.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un tuo commento liberamente. Ricordati che non accettiamo commenti anonimi. E' importante esprimere la propria opinione senza offese. Ricorda anche questo!